maggio 24, 2018

Sicurezza online sui siti web porno

I dati personali stanno diventando sempre più importanti quando si tratta del tipo di lavoro svolto dalle grandi aziende e persino da piattaforme che non sono così grandi, ma sono interessate a raccogliere la massima quantità di informazioni dalle persone, in modo che possano poi condurre campagne di marketing più efficaci. In altre parole, è molto comune per i siti web fare sempre uno sforzo per raccogliere dati personali o informazioni dai loro utenti e, naturalmente,pagine porno non fanno eccezione a questo tipo di tendenza.

Visitare questo tipo di siti web è un hobby molto comune, e quelle persone e aziende che cercano di impregnare il computer con malware farà del loro meglio per camuffare i loro virus mentre si tenta solo di avere un buon momento. Pertanto, fate sempre molta attenzione con le pagine che scegliete per il vostro tempo libero.

Dati personali, raccolta di informazioni e pagine X

Per riassumere le ragioni per cui si cerca spesso di acquisire questo tipo di dati da persone o visitatori di un sito web, va notato che si tratta di informazioni con le quali è più facile costruire un profilo dei potenziali consumatori di un particolare prodotto o servizio.

In altre parole, con i dati personali di qualcuno è più efficace sapere se una campagna pubblicitaria può fornire risultati migliori o meno, dal momento che sono note alcune caratteristiche di localizzazione geografica, gusti, pratiche, ecc. Ciò vale anche per le pagine X e i loro rispettivi obiettivi commerciali. Tuttavia, in caso di dubbi per alcuni visitatori di pagine web adulte, è determinante se sono in grado di raccogliere dati personali, in altre parole, se sono effettivamente in grado di richiedere tali informazioni, o in modo esplicito per gli utenti di farlo volontariamente o, in mancanza di questo, in modi non così chiari per il consumatore.

C’ è riservatezza per guardare porno?

E’ partendo dalla situazione precedente che si dovrebbe essere molto chiari durante la navigazione attraverso questi portali, perché in breve, le pagine X possono raccogliere dati personali, ma l’ utente o visitatore non è obbligato a fornire loro, ma che sarà sempre una decisione di consenso o almeno dove è stato informato che questo sarà il caso, altrimenti si violerebbe diversi diritti alla privacy.

In relazione a quanto sopra è normale trovare poi in molte occasioni con pagine web che promettono di offrire un certo tipo di contenuto se l’ utente si registra, offre la sua e-mail e simili. In questi casi è l’ utente che accetta le condizioni e in linea di principio non ci sono inconvenienti. Il problema principale si pone quando vengono applicate altre tecniche in cui l’ utente non è a conoscenza di ciò che sta accadendo, ingannando così lui/lei e infine i suoi dati personali inizia a circolare senza il suo consenso dovuto in varie campagne.