Piccola Bottega Baltazar
***

Presentazione

La Piccola Bottega Baltazar (Premio Musicultura 2011 e ospite del Club Tenco a Sanremo nello stesso anno) è canzoni, concerti, dischi, musica per teatro, danza e cinema. Un laboratorio elettro-acustico che si dedica, con cura artigianale, alla lavorazione di nuove forme per la musica folk.

Ha pubblicato cinque album per la casa discografica Azzurra Music tra cui Il disco dei Miracoli (tra i venti migliori del 2007 per il Premio Italiano Musica Indipendente) e Ladro di Rose (disco “Imperdibile” del 2010 per l’autorevole sito bielle.org).

Tra le colonne sonore spiccano i lavori per “Come un uomo sulla terra”, finalista al David di Donatello nel 2009 e “Il sangue verde”, premio Doc alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2010.

La Piccola Bottega Baltazar si esibisce in tutta Italia e ha tenuto concerti anche in Spagna, Svizzera, Grecia, Germania, Messico e Bahrain.



In Bottega:

Giorgio Gobbo, voce e chitarre
Sergio Marchesini, fisarmonica e pianoforte
Marco Toffanin, fisarmonica
Antonio De Zanche, contrabbasso
Graziano Colella, batteria e percussioni


CURRICULUM ESTESO

2012.

A giugno Giorgio Gobbo e Sergio Marchesini volano nel regno del Bahrein per due esibizioni nella capitale Manama. Accompagnano inoltre l’attore Andrea Pennacchi in “Italians on the move”, un reading tra Marco Polo e I Mille di Garibaldi in un evento organizzato dall’ambasciata italiana per festeggiare il 2 giugno.

Ad aprile realizza le musiche di scena per “Bedros o il resto della spada” della compagnia Zelda srl.

A marzo esce il docu-film di Andrea Segre “Mare Chiuso” con le musiche originali della PBB.
Nello stesso mese è a Courmayeur per musicare il debutto di “Un modo di essere”, parole di e su Walter Bonatti, il celebre alpinista scomparso a settembre del 2011. Voce recitante di Vasco Mirandola.

A febbraio Giorgio Gobbo è invitato a fare da moderatore alla presentazione padovana di “album bianco”, il nuovo libro di Franco Fabbri, musicologo e fondatore dello storico gruppo milanese “Stormy Six”.

2011.

A dicembre è a Roma per eseguire dal vivo musiche di scena per la performance di teatro e Danceability “Affari di famiglia” al teatro Vascello.

A novembre riceve l’invito del Club Tenco e si esibisce al teatro Ariston di Sanremo.

A settembre è al Festival della Letteratura di Mantova per eseguire dal vivo musiche della tradizione piemontese per lo spettacolo “Intorno alla Marchesa Colombi” con l’attrice Nicoletta Maragno e la scrittrice Antonia Arslan. Nello stesso mese realizza le musiche per tre spettacoli scelti dal direttore del teatro stabile del Veneto Alessandro Gassman per concorrere al Premio Off : “Eroi” per la compagnia Teatro Boxer, “Groppi d’amore nella scuraglia” (in collaborazione con Debora Petrina) per la compagnia Carichi Sospesi e “SAD –Sopravvivere all’autodistruzione” per la compagnia Zelda Srl.

A giugno è tra i vincitori di Musicultura, si esibisce allo Sferisterio di Macerata e riceve il Premio per la Miglior Musica. Per tutta l’estate partecipa a Festival e rassegne in Veneto, Lombardia e Trentino.

A maggio si esibisce al Festival delle Aie di Castel Raniero (Faenza) e viene segnalata dalla giuria “per la capacità di fondere il cantautorato con la musica folk attingendo dalle fonti popolari”. Nello stesso mese è a Roma negli studi Rai di via Asiago, l’esibizione è trasmessa in diretta da Radiouno.

Ad aprile suona al prestigioso Folk Club di Torino.

A marzo esce “Radici – Canzoniere veneto contemporaneo”, una raccolta a tiratura limitata in allegato ai quotidiani veneti Il Mattino di Padova, La Nuova Venezia, La Tribuna di Treviso, Il Giornale di Vicenza, L’Arena di Verona.

A febbraio vince il premio Sisme per la miglior esibizione live della durante le audizioni di Musicultura a Macerata.

A gennaio è a Milano negli studi di Lifegate Radio per una performance dal vivo durante la trasmissione Rock Files di Ezio Ezio Guaitamacchi. Nello stesso mese si esibisce al club The Place a Roma.

2010.

A novembre il brano “Ossigeno” viene scelto per rappresentare la lotta delle lavoratrici della Omsa e la PBB si esibisce in piazza Del Popolo a Faenza in occasione del Mei.

Ad ottobre è sul palco del centro culturale San Gaetano a Padova insieme a Roberto Citran per “Destini Sospesi”, una serata di musica e teatro dedicata alla multiculturalità e ai diritti dei migranti.

A settembre è al Festival della Letteratura di Mantova insieme all’attrice Nicoletta Maragno e alla scrittrice Antonia Arslan per una serata dedicata alla scrittrice Caterina Percoto, in quel occasione esegue brani della tradizione friulana.

A settembre è alla Mostra del Cinema di Venezia dove il film “Il Sangue Verde” di Andrea Segre con le musiche della PBB riceve il Premio DOC per il miglior documentario.

Ad agosto è al Festival “Voci e luci dalla Lessinia” dove si esibisce davanti a 1.000 persone al Rifugio Podestaria in alta Lessinia. Nello stesse mese rende omaggio allo scrittore Mario Rigoni Stern con una serata di musica e reading al Teatro Millepini di Asiago in collaborazione con la compagnia Zelda Srl.

A luglio partecipa al festival “Forti in scena” e si esibisce ad oltre 2.000 metri sotto le crode delle Tre Cime di Lavaredo per una performance di musica e letteratura con la compagnia teatrale Zelda Srl.

Ad aprile e maggio si tengono le sessioni di registrazioni del disco “Ladro di Rose” con la produzione artistica di Carlo Carcano. Il cd esce il 24 giugno e seguono concerti di presentazione in tutto il Veneto.

A marzo si esibisce a Lugano (Svizzera) per una replica di “Mostri, Miracoli & Misteri – Una notte con Dino Buzzati”, concerto-spettacolo con l’attore Vasco Mirandola.

A febbraio è a Roma per due concerti in occasione della presentazione di “Magari le cose cambiano”, il docu-film di Andrea Segre ( Premio Ucca e Premio Avanti! al Torino Film Festival 2009, Premio Docucity Università di Milano 2010) per cui ha curato le musiche insieme al Collettivo Angelo Mai.

2009.

A dicembre registra per la Radio Svizzera Italiana le musiche per “Una notte con Dino Buzzati”, una lettura di racconti dello scrittore bellunese con la voce narrante di Vasco Mirandola.

Nei mesi autunnali realizza le musiche di scena per gli spettacoli della compagnia Zelda Srl “Quanto basta”, “Lo specchio di Venere”, “Il commissario di Carta”. Partecipa inoltre a “Le stagioni di Gigi”, un racconto in musica della vita di Luigi Meneghello da parte del professor Emilio Franzina.

A settembre partecipa al festival Giardino Buzzati a Feltre (Belluno) realizzando con Vasco Mirandola “Mostri, Miracoli & Misteri – Una notte con Dino Buzzati“.

A maggio incrocia gli strumenti con i musicisti africani Falou e Kalifa in una serata a cura dell’attrice Nicoletta Maragno a sostegno del Cuamm Medici per l’Africa al Teatro Torresino di Padova.
Durante l’estate si esibisce con concerti e spettacoli in Veneto e Friuli.

Ad Aprile si esibisce dal vivo negli studi della RSI Radio Svizzera Italiana di Lugano.

A gennaio debutta “La Cattiva Strada – Omaggio a De Andrè” in una serata speciale al circolo Carichi Sospesi di Padova, l’affluenza di pubblico è tale da costringere gli organizzatori ad improvvisare una doppia replica nella stessa sera. Da un’idea realizzata insieme a Filippo Tognazzo (Zelda Srl) e Guido Ostanel di Becco Giallo Editore.

2008.

A novembre è ad Asti dove si esibisce al circolo Diavolo Rosso eseguendo dal vivo le musiche per un reading su Dino Buzzati con Vasco Mirandola e Giancarlo Previati su invito della storica compagnia teatrale Alfieri.
Nello stese mese esce il docu-film di Andrea Segre “Come un uomo sulla terra” con le musiche originali della Piccola Bottega Baltazar, lavoro  pluripremiato al Festival Doc di Salina, finalista al Premio David di Donatello, Gran Prix Telefrance a Marsiglia come migliore documentario del Mediterraneo.

A settembre debutta “Le stagioni del Sergente”, un reading della compagnia Zelda Srl su testi di Mario Rigoni Stern con le musiche dal vivo della PBB.

Durante l’estate si susseguono concerti in tutto il Veneto.
A luglio tiene un concerto ad Altenkirken (Germania) e nello stesso mese debutta “Il buon soldato Sveik” con Vasco Mirandola e le musiche dal vivo della PBB.

A giugno partecipa eseguendo dal vivo le musiche per “Equals project”, uno spettacolo prodotto da Jolefilm e Regione Veneto sul tema dell’inserimento lavorativo di categorie svantaggiate su testi di Marco Franzoso per la regia di Vasco Mirandola.

A febbraio viene selezionata per partecipare alle audizioni live di Musicultura 2008 a Macerata.

A gennaio si esibisce alla Kultur Messe di Friburgo e al Jazz Point di Wangen in Germania.

2007.

A novembre è al Torino Film Festival in occasione della presentazione del docu-film di Andrea Segre e Francesco Cressati “La Mal’ombra” per il quale ha firmato la colonna sonora. Il lavoro, prodotto dalla Jolefilm di Marco Paolini vincerà il “Premio Avanti”.

Dopo un’estate di concerti in Veneto e nord-Italia a settembre è seconda classificata al Venice Music Festival.
Nello stesso mese debutta lo spettacolo di teatro e Danceability “Sogno in La minore” dell’associazione Ottavo Giorno di Padova, la PBB compone ed esegue dal vivo le musiche di scena.

A gennaio esce “Il Disco dei Miracoli” per l’etichetta D’Autore / Azzurra music e nei mesi seguenti tiene concerti ed esibizioni per promuovere il nuovo lavoro a Genova, Verona, Napoli, Venezia, Padova. Il lavoro verrà nominato tra i migliori venti dischi dell’anno dal PIMI, Premio Italiano Musica Indipendente.

2006.

A dicembre è invitata dal comitato “Amianto Mai Più” ad esibirsi a Monfalcone in una serata a sostegno delle famiglie dei lavoratori esposti all’amianto.

Ad ottobre realizza le musiche di scena per la performance di Danceability “Lasciateci in pace” dell’associazione Ottavo Giorno di Padova.

Durante l’autunno/inverno lavora alle sessioni di registrazione per “Il disco dei Miracoli”.

Durante l’estate tiene numerosi concerti e pubblica il disco “9 Miracoli” commissionato dalla provincia di Belluno in occasione del centenario della nascita di Dino Buzzati. Si esibisce nel giardino di Villa Buzzati a Belluno, ospite degli eredi dello scrittore.

In marzo pubblica in formato digitale gratuito “L’allegorie de la statue”, lavoro strumentale registrato dal vivo.

A gennaio entra a far parte del gruppo il batterista Graziano Colella.

2005.

A dicembre parte per una turnè in Messico e si esibisce a Puebla, Jalapa, Huamantla, Cordoba, Chipilo, Veracruz.

A novembre al teatro comunale di Udine va in scena “Carmen” della compagnia Modeldanzando, una performance di teatro e danza in cui la PBB si esibisce insieme ad una orchestra di dodici elementi diretta dal Maestro Giorgio Fiori. Nello stesso mese si esibisce su invito della Fondazione De Andrè a Siena per un concerto di canzoni contro la guerra, in sala è presente Dori Ghezzi.

A ottobre compone ed esegue per l’associazione Ottavo Giorno le musiche di scena per la performance di teatro e Danceability “L’allegorie de la statue”, per la regia di Patrice Guillaumet del Petit Theatre d’Ernest di Metz. L’evento si svolge presso il Bastione Alicorno delle mure cinquecentesche di Padova.

A settembre si esibisce al Festival di Coppet, sul lago di Ginevra, in Svizzera.

Durante l’estate tiene numerosi concerti. Ad agosto parte per una turnè nella Spagna del nord e si esibisce a San Vicente, Ourense, Sanxenxo, O Grove, Baiona, Ponteareas.

A luglio, in occasione della festa del Redentore è all’Hotel Cipriani di Venezia per eseguire dal vivo musiche per una performance di danza della compagnia Modeldanzando.

A giugno realizza per la compagnia Teatro Immagine di Venezia le musiche per un allestimento teatrale de “Il mago di Oz”, per la regia di Matteo Destro. Nello stesso mese riceve il Premio Monferr’Autore per la canzone “Pic nic al cavalcavia” (contenuta nel disco “Canzoni in forma di fiore”) e si esibisce a Casale Monferrato.

Ad aprile debutta lo spettacolo “Cantandone da vivi”, una conferenza-spettacolo tenuta dallo storico dell’Università di Verona Emilio Franzina in cui la PBB esegue musiche della prima metà del novecento: canti popolari, inni e canzonette.

2004.

Ad ottobre è a Salonicco (Gracia) dove tiene un concerto su invito dell’Istituto Italiano di Cultura.
Nello steso mese accompagna la scrittrice Antonia Arslan in un reading di presentazione a Padova del libro “La masseria delle allodole”.

A settembre suona al Festival Itaca, a Padova.

Ad aprile esce “Canzoni in forma di Fiore”, nei mesi successivi tiene concerti di presentazione in  Veneto e Friuli con una puntata a Piediluco, Terni.

A gennaio vince il Premio RockitEyes.

2003.

A settembre è in studio di registrazione per lavorare al secondo album “Canzoni in forma di fiore“, il primo interamente di canzoni originali.

Ad agosto è in Spagna su invito del festival folk di Pardiñas, si esibisce anche a Lugo, San Vicente do Mar, Ourense.

A gennaio nasce l’associazione culturale Piccola Bottega Baltazar.

2002.

A dicembre pubblica “Poco tempo, troppa fame – Omaggio a Fabrizio De Andrè”.
Nello stesso mese vince il Premio Risonanze.

Con l’autunno riprende la fortunata esperienza dei concerti bimensili all’osteria Da Nane Della Giula a Padova, i gestori devono limitare l’ingresso a causa degli studenti universitari che assistono ai concertini senza consumare.

Durante l’estate tiene concerti in Veneto e lavora al primo album.

2001.

Da novembre per tutto l’inverno ci saranno gli appuntamenti bimensili all’osteria Da Nane Della Giulia a Padova in cui la Bottega affina strumenti e repertorio.

Ad ottobre entra a far parte del gruppo il contrabbassista Toni De Zanche, subito soprannominato “il sindaco”.
Si classifica seconda al premio Daigo Music School.

2000.

A settembre Giorgio Gobbo, Sergio Marchesini e Marco Toffanin aprono la Piccola Bottega Baltazar.
Nello stesso mese partecipano al Premio Valmarana, vincendolo.